L´Agecontrol S.p.A., istituita nel 1985, è l´agenzia pubblica per i controlli e le azioni comunitarie che, per conto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e dell´Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura, effettua controlli di qualità su prodotti ortofrutticoli freschi sia nel mercato interno che nell´import/export, oltre che verifiche istruttorie, contabili e tecniche nell´agroalimentare, nei comparti interessati dagli aiuti comunitari.

                                     
B.N.D.O.O.

BANCA NAZIONALE DATI OPERATORI ORTOFRUTTICOLI Archivio informatizzato gestito da SIAN cui devono essere iscritti gli operatori che commercializzano ortofrutticoli freschi soggetti a norme comunitarie di commercializzazione. Le domande di iscrizione alla banca dati nazionale vanno presentate dagli operatori alle Regioni ove hanno la sede legale.

 

CALIBRATURA Vedi calibro.
   
CALIBRO

Dimensione dei prodotti ortofrutticoli. La calibratura è quindi la classificazione dei prodotti in base alla loro dimensione; questa forma di suddivisione non è obbligatoria per tutte le specie ortofrutticole. A seconda delle specie in esame la calibratura si baserà sul loro peso, sulla loro lunghezza o sul loro diametro, e per le specie con calibratura obbligatoria questa verrà riportata tra le indicazioni esterne. I calibri variano pertanto in dipendenza delle singole specie normate, e vengono descritti nei regolamenti specifici per singolo prodotto.

 

ETICHETTATURA

Insieme delle menzioni, dei marchi di fabbrica o di commercio, delle immagini o dei simboli che si riferiscono al prodotto alimentare e che figurino direttamente sull'imballaggio o su un'etichetta appostavi o sul dispositivo di chiusura o su cartelli , anelli o fascette legati al prodotto medesimo. Le indicazioni esterne richieste dalle norme europee di commercializzazione degli ortofrutticoli sono riportate sui singoli regolamenti per prodotto.

 

IDENTIFICAZIONE

Nome e indirizzo dell'imballatore e/o dello speditore. Per tutti gli imballaggi tranne i preimballaggi è possibile utilizzare un codice o simbolo di identificazione rilasciato o riconosciuto da un servizio ufficiale. In caso di utilizzazione di un codice (identificazione simbolica), è necessario indicare accanto al codice la dicitura “imballatore e/o speditore, o un'abbreviazione equivalente. Esclusivamente per i preimballaggi si possono utilizzare il nome e l'indirizzo del venditore stabilito nella comunità europea, preceduti dalla dicitura “imballato per” o da un dicitura equivalente. In questo caso l'etichettatura deve recare, inoltre, un codice corrispondente all'imballatore e/o allo speditore.

 

   
IMBALLAGGIO

Contenitore concepito per facilitare la movimentazione di un certo numero di imballaggi di vendita o di prodotti alla rinfusa o ordinati, evitandone le manipolazione fisica e i danni dovuti al trasporto.

 

LOTTO

Insieme di unità di vendita di una derrata alimentare prodotte, fabbricate o confezionate in circostanze praticamente identiche. Il numero di lotto deve essere riportato sull'etichetta dal produttore o confezionatore ma l'indicazione non è richiesta per prodotti agricoli che all'uscita dall'azienda sono venduti o consegnati a centri di deposito, di condizionamento o di imballaggio, per i prodotti avviati verso organizzazioni di produttori, o raccolti per essere immediatamente integrati in un sistema operativo di preparazione o trasformazione.

 

NOTIFICA DI SPEDIZIONE

(modulo detto “Allegato 0”)
Comunicazione con cui gli operatori che effettueranno spedizioni al di fuori della regione italiana di appartenenza, e nell'ambito della comunità europea, segnalano all'organismo di controllo le spedizioni in programma. Le notifiche possono portare notizia di spedizioni giornaliere o periodiche(mensili o trimestrali) e possono essere inviate via fax.

 

PARTITA

Quantità di prodotto avente le medesime caratteristiche per quanto riguarda: identità dell'imballatore e/o dello speditore, paese d'origine (nazione) natura del prodotto, categoria del prodotto, calibro (per prodotti classificati in funzione del calibro), varietà o tipo commerciale, tipo di condizionamento e presentazione.

 

   
PREIMBALLAGGIO

Imballaggio di vendita che ricopre totalmente o parzialmente il suo contenuto, in maniera tale che quest'ultimo non possa essere cambiato senza provocare la rottura o la modificazione dell'imballaggio.

 

S.I.A.N.

Sistema Informativo Agricolo Nazionale